Come funziona il sistema

La spirale a doppio anello è fabbricata "aperta" per essere poi inserita nei prodotti appositamente perforati e chiusa.

Le principali operazioni di legatura consistono dunque:

  1. nella scelta della dimensione della spirale, del passo, del numero di anelli necessari
  2. nella perforazione dei fogli
  3. nel taglio della spirale dalla bobina nel corretto numero di anelli e di pezzi
  4. nell'inserimento della spirale stessa nel prodotto ( e del gancio nel caso dei calendari)
  5. nella chiusura finale del prodotto
  6. Queste operazioni possono essere compiute in diverso modo, totalmente a mano, semiautomaticamente o in modo completamente automatico: Rilecart è al momento la società che offre sul mercato la più ampia gamma di soluzioni in questo senso.

    • Dapprima bisogna scegliere il diametro di rilegatura in relazione allo spessore del prodotto e del tipo di macchina con cui si rilega. Tra la spirale e il prodotto deve infatti essere sempre lasciato uno spazio per permettere ai fogli da girare e questo spazio varia in funzione della macchina utilizzata.
      Controllate quindi gli spessori massimi di rilegatura per diametro accettati dai vari modelli sulla tavola degli spessori di rilegatura.
    • Il passo è il numero di anelli che sono presenti in un pollice (2,54 cm), per esempio il passo 3:1 significa che ci sono tre anelli per pollice. (uno ogni 8,46 mm). Per diametri fino a 9/16 si utilizza, come standard, il passo 3:1, mentre per diametri superiori esiste il passo 2:1. (Per i i diametri più piccoli esisteva anche un passo 4:1 e un passo 9:16, ma sono oggi desueti.)
    • Una volta deciso il diametro, è necessario attuare la perforazione. Agendo con macchine manuali la dimensione del foro non è importante, mentre è sempre importante il passo.
      Con modelli superiori serve invece anche utilizzare dimensioni di foro corrette. Esiste infatti una corrispondenza tra diametri e dimensioni dei fori. (controllate sull'apposita tavola).
      Quanto al foro rotondo o quadrato si può dire che il secondo aiuta maggiormente l'inserimento della spirale, ed è perciò il sistema di gran lunga più utilizzato, ma si tratta anche di un problema estetico.
    • A questo punto diventa necessario il taglio delle spirali. Le macchine automatiche o semiautomatiche compiono questa operazione automaticamente partendo dalla bobina, mentre per produzioni manuali o si taglia la spirale a mano dalla bobina o con l'ausilio di un taglia spirali, o é possibile comprare da noi direttamente la spirale già tagliata.
    • Infine è necessario l'inserimento nel prodotto e la sua chiusura, che può essere compiuta in modo semiautomatico dai macchinari industriali, o manualmente con macchine più semplici (presse chiuditrici).